Domotica.ch :: Il futuro è di casa ::
Le schede di Domotica.ch
Building Automation
Light & Building
Speciale Energetica
    Approfondimento I
    Approfondimento II
    Approfondimento III
Building Automation - Concetto

Il concetto “edificio intelligente” o meglio conosciuto come Building Automation, identifica quelle costruzioni progettate e costruite in modo da consentire la gestione integrata e computerizzata degli impianti tecnologici, delle attrezzature informatiche e delle reti di comunicazione.
Questi edifici sono capaci di ottimizzare i cicli di vita dei loro sistemi costitutivi e delle loro attrezzatura, di ridurre i costi di occupazione e di accrescere la produttività organizzativa attraverso una progettazione e gestione corrette.

Le tecnologie informatiche e di telecomunicazioni costituiscono lo strumento privilegiato per il raggiungimento di questo obiettivo, consentendo l’integrazione delle risorse impiantistiche presenti nell’edificio.


Le tecnologie informatiche e di telecomunicazioni costituiscono lo strumento privilegiato per il raggiungimento di questo obiettivo, consentendo l’integrazione delle risorse impiantistiche presenti nell’edificio.

Nel progetto, quindi, le dotazioni “intelligenti” dell’edificio non possono essere concepite come un sistema a se stante, ma devono essere pensate e progettate parallelamente alle specifiche impiantistiche, costruttive e strutturali all’organizzazione dello spazio: si delinea così una progettazione da condurre essenzialmente come un’attività congiunta dei diversi progettisti specialisti e dei diversi operatori del settore delle costruzioni e del settore informatico, i quali devono interagire per unire le rispettive conoscenze specialistiche col fine di raggiungere elevati livelli prestazionali per quanto riguarda il funzionamento dei singoli sistemi e dell’edificio nel suo insieme.
Il progetto di Building Automation deve pertanto comprendere la progettazione di una struttura edilizia (l’edificio tradizionalmente inteso, progettato in modo tale da massimizzare le proprie caratteristiche prestazionali), integrato ad un sistema informatizzato, l’intelligenza dello stesso, organizzato a sua volta in sottosistemi che interagiscono tra loro a diversi livelli in modo da ottenere, oltre che ad un’economia nella gestione, un miglioramento complessivo delle caratteristiche ambientali e dell’estensione della vita utile dell’edificio, mediante costante e tempestiva manutenzione.
Le aree che devono essere prese in considerazione nella progettazione di un edificio intelligente sono tre:
• l’area dell’automazione degli impianti,
• l’area del trattamento delle informazioni
• l’area della comunicazione.


Gli impianti che si riferiscono a queste tre aree devono essere progettati fino alla definizione delle caratteristiche tecniche peculiari senza, tuttavia, perdere di vista le relazioni che essi intrattengono con la struttura edilizia e, soprattutto, le sinergie che è possibile ottenere attraverso la loro integrazione; se si considera, infatti, che nelle costruzioni del terziario i costi di questi impianti assorbono un terzo dell’intero costo di costruzione e se a questo si aggiunge l’elevato costo di gestione di tali strutture, si comprende l’importanza di un’accurata progettazione che eviti i sovradimensionamenti o le ridondanze della strumentazione impiantistica da installare ma che, soprattutto, consenta di ottimizzare i costi di gestione.

Progettare un Sistema di Building Automation
Il processo di progettazione edilizia ha come fine ultimo la costruzione di un immobile che soddisfi i bisogni dell’uomo. Il compito di soddisfacimento dei bisogni, col passare del tempo, è stato trasferito dall’edificio vero e proprio agli impianti di cui esso è corredato ma, questa azione, ha comportato un prezzo in termini di costi energetici e sociali: proprio per questo la progettazione degli edifici, per raggiungere gli obiettivi prefissati, deve tener conto, attraverso un esame critico, oltre che alle iterazioni che intercorrono tra l’ambiente esterno, l’uomo, l’involucro e l’impianto anche di questo aspetto.

EDIFICIO-IMPIANTO: THE CONCEPT IS

Si può osservare, infatti, come lo sviluppo di dispositivi impiantistici ha, per certi versi, ulteriormente deresponsabilizzato la progettazione edilizia riportando esclusivamente sull’impianto di climatizzazione o d’illuminazione il compito di attivare le condizioni ambientali interne per compensare le carenze ed, alcune volte, gli errori del progetto edilizio.

Le problematiche energetiche e una maggiore attenzione al tema dell’inquinamento ambientale evidenziano, oggi, l’opportunità di operare direttamente sull’"Organismo edilizio", mediante tecnologie sostenibili.
Poter ridurre al massimo la dipendenza energetica nell’attivazione di condizioni ambientali coerenti con le attuali attese di qualità. Infatti le condizioni ambientali interne dipendono da una corretta interazione tra il sistema costruttivo e le componenti distributive e di articolazione volumetrica: queste ultime due possono contribuire in modo notevole a una mediazione intelligente tra clima interno e clima esterno.


Proprio per le precedenti osservazioni il committente, ritiene necessario assegnare alle componenti di controllo ambientale la loro giusta rilevanza, fissando gli obiettivi del prodotto finale e consegnando la progettazione della sede a piu' studi di progettazione ed ingegneria che, individuando le possibili strategie tecniche/morfologiche praticabili per la loro attivazione, realizzassero un progetto capace di minimizzare i consumi energetici ed, economicamente interessante, per quanto riguarda i costi di realizzazione, confrontati con edifici paragonabili costruiti secondo criteri tradizionali.

Copyright Domotica.ch tutti i diritti riservati. Design e Hosting wallsite.com