Domotica.ch :: Il futuro è di casa ::
Interviste
Bio-Edilizia
Operatore settore disabili
Le analisi in farmacia

INTERVISTA CON OPERATORE SETTORE DISABILI – Dicembre 2003

Intervista con Signor Gianpaolo Bertinazzi, responsabile del Centro Ortopedico di Borgomanero (NOVARA – ITALIA), rivenditore QualiLife.

di Cristina Dell'Ova

L'intervista che segue ha avuto l'obiettivo di fotografare un settore di attività che, in una delle sue diramazioni, è specializzato nella cura e nell'assistenza di persone disabili.

Questo con il fine ultimo di porre in evidenza punti di forza e di debolezza di un sistema complesso e diversificato, per poter abbattere, metaforicamente, “barriere architettoniche”, spesso burocratiche, e rendere un servizio migliore al cittadino.

Il Centro Ortopedico di Borgomanero – Italia, è nato sul territorio, diversi anni fa, per soddisfare le esigenze di utenti che necessitavano di ausili ortopedici molto semplici e di uso comune (bustino, ginocchiera, plantare, ecc.).

L'attività si è sviluppata negli anni seguendo i bisogni di un'utenza sempre più anziana, sempre più bisognosa di assistenza e sempre più informata ed esigente. Attraverso corsi tenuti da aziende specializzate, spesso operanti all'estero, che fornivano ausili all'avanguardia, ha introdotto nuovi articoli che hanno permesso agli utenti di migliorare il loro stile di vita. La poltrona elevabile, ad esempio, ha permesso all'anziano in sedia a rotelle, di alzarsi da solo e quando vuole: mantenendosi in mobilità non avrà problemi di decubito ed è una persona libera che si muove per casa. Quindi, da ausili semplici e più diffusi, è passato a trattare ausili più particolari e ricercati, per rendere di nuovo attiva la vita di utenti in difficoltà motoria e incoraggiarne l'autonomia. Per fornire, sul proprio territorio, un servizio sempre più attento ed attrezzato, per garantire prodotti innovativi e all'avanguardia, si è avvicinato alle innovazioni tecnologiche esistenti sul mercato, tra cui, QualiLife.

Il disabile, per centrare il fuoco del nostro discorso, conosce la tecnologia creata su misura per lui, generalmente per il tramite di persone a lui vicino, particolarmente sensibili e attente a ciò che la tecnologia può offrire.

Chi si affida a QualiLife è, generalmente, un disabile grave per cause congenite. La riabilitazione di un paziente che ha subito una perdita temporanea delle proprie capacità espressive, è focalizzata, principalmente, sul recupero, nel più breve tempo possibile, delle proprie abilità: “non si perde tempo” per un utilizzo di tale sistema che, in ogni caso, sarà temporaneo.

L'istallazione del sistema proposto da QualiLife avviene, solitamente, su segnalazione di terapisti, psicologi, logopedisti, fisiatri che, lavorando in centri specializzati, vengono a contatto con pazienti che si ritiene possano beneficiare di tale ausilio.

Dunque, la rosa di persone che può utilizzare, con successo, questo programma, è limitato e il personale che lavora con loro, per proporlo, deve conoscerlo ed averne una certa familiarità.

Il modo migliore per diffondere questo sevizio è «fare informazione».

La maggior parte del tempo, per permetterne l'utilizzo, è utilizzata per settarlo sul cliente.

Al momento dell'istallazione è sempre presente un familiare e/o una persona a lui particolarmente vicina, capace di comprendere codici di comunicazione ormai consolidati negli anni, sia per facilitare il compito dell'installatore, sia per dare le nozioni di base per il funzionamento e la gestione di eventuali problemi tecnici. In ogni installazione c'è una particolare soddisfazione: al disabile, è indiscusso, cambia la vita.

Le difficoltà maggiori riguardano l'informazione QualiLife non è presente, almeno in Italia, da molto tempo, ci sono difficoltà a farlo conoscere perché i medici, che già si sono interessati a questo tipo di ausilio, hanno iniziato a lavorare con altri prodotti, ugualmente funzionali, ma decisamente più limitati. Non hanno, per esempio, la possibilità di navigare in internet o spedire e-mail. Inoltre, in un ente pubblico, come una ASL, la disponibilità economica e i tempi di attesa sono i due primi nemici.

Copyright Domotica.ch tutti i diritti riservati. Design e Hosting wallsite.com