Domotica.ch :: Il futuro è di casa ::
Case domotiche
La domotica
Il punto sulla domotica
Tecnologie
Utenti
Domotica >      
  Gestione allarmi e guasti Illuminazione e-mail
  Sicurezza Home Video e-banking
  Elettrodomestici Home Audio e-learning
  Comfort ambientale Telemedicina e-shop
  Servizi telefonici    

 

Telemedicina

E’ possibile oggi, grazie all’innovazione tecnologica, avvicinare i servizi ai cittadini in un’ottica di miglioramento della qualità offerta e di soddisfazione del cliente.

Approfondimento:
- Telesoccorso - teleassistenza
- Aree di applicazione ed utenti
- Modelli organizzativi per i centri di consulenza remota
- L'homecare

In particolare, l’applicazione di sistemi informatici e di telecomunicazioni alle scienze mediche ha reso concrete prospettive inimmaginabili sino a poco tempo fa. L’innovazione tecnologica può fornire un contributo sempre più significativo all’aumento dell’efficacia, dell’efficienza e dell’equità di accesso alle prestazioni sanitarie: si pensi ad esempio alla raccolta di dati clinici provenienti da più sistemi diagnostici separati tra di loro, al monitoraggio remoto di parametri clinici, alla distribuzione capillare delle informazioni mediche…
Si tratta evidentemente di applicazioni “trasversali”. La Telemedicina metodologicamente e tecnologicamente offre nuove opportunità di collegamento secondo “assi geografici” (interconnessioni tra punti di cura diversi sul territorio); dal punto di vista organizzativo, essa offre un valido ed efficace strumento di collegamento tra i diversi livelli di cura (medico di Medicina Generale, presidi sanitari, poliambulatori, emergenza, ospedali, centri di riabilitazione, cure domiciliari…). L’intersezione virtuale di queste due connessioni può rappresentare la base del moderno concetto di “continuità della cura”.
Se ne deduce che la Telemedicina, al pari della Telematica Sanitaria, non è solo un problema tecnico e di tecnologia da calare direttamente nei Sistemi Sanitari e non è neppure un problema puramente sanitario o medico. È necessario, infatti, prevedere una fase di riorganizzazione e razionalizzazione delle Strutture Sanitarie che intendono sfruttare pienamente le opportunità offerte da tali tecnologie, al fine di impostare in modo innovativo la tematica in modo orientato alla soluzione del problema (“problem solving”); infatti, le attuali moderne vedute del Technology Assessment prendono in considerazione non solo gli aspetti economici ma anche quelli riguardanti i benefici, l’efficienza, l’efficacia, l’utilità, ovvero un insieme di raffronti tendenti ad innalzare ed a migliorare la qualità di cura e di servizio.
Le aree di competenza che confluiscono nella telemedicina sono perciò quelle della Medicina, della Ingegneria Medica, dell’Informatica Medica, nonché dei settori generali dell'Informatica e delle Telecomunicazioni.
Il termine TELEMEDICINA si presta a svariate definizioni, non sempre univoche in letteratura, che spesso focalizzano l’attenzione solo su alcuni aspetti della materia.
Si tratta sostanzialmente della trasmissione in tempo reale di informazioni a carattere scientifico tra medico e cittadino o tra addetti ai lavori, attraverso sistemi di comunicazione di tipo telematico/informatico.
La definizione più esaustiva del termine è senz’altro quella concordata a livello CEE da una Commissione di esperti, che ha redatto un documento sulle prospettive di sviluppo della telemedicina in Europa (Advanced Informatics in Medicine - AIM 1990) con l’obiettivo di migliorare la qualità dei servizi sanitari, facilitare la formazione professionale di medici e infermieri ed ottimizzare il trasferimento qualificato di dati ed esperienze tra i vari Paesi europei.
Secondo la Commissione Europea, organizzatrice tra l’altro dell’EHTO (European Health Telematics Observatory – Osservatorio delle applicazioni mediche della telematica), la telemedicina è "l’integrazione, monitoraggio e gestione dei pazienti, nonché l’educazione dei pazienti e del personale, usando sistemi che consentano un pronto accesso alla consulenza di esperti ed alle informazioni del paziente, indipendentemente da dove il paziente o le informazioni risiedano".
I campi di applicazione della telemedicina sono numerosissimi e in continua evoluzione, dalla cardiologia (trasmissione di tracciati elettrocardiografici) alla radiologia (immagini radiografiche e computerizzate), dalla dermatologia (foto digitali di lesioni cutanee) all’anatomia patologica, dalla ginecologia (monitoraggio in gravidanza) all’odontoiatria e via dicendo; praticamente ogni branca della medicina può avvalersi di questo strumento per migliorare l’esercizio delle attività cliniche, assistenziali e didattiche. Basta un cellulare per veicolare i dati da un elettrocardiografo portatile ad una centrale di ascolto e permettere una diagnosi a casa in tempo reale.
Applicare la telematica in ambito medico significa, infatti, rispondere con tempestività alle esigenze diagnostiche (telediagnosi) e terapeutiche (teleassistenza) di cittadini distanti dalle strutture sanitarie o comunque impossibilitati a muoversi da casa; fornire una risposta valida ed efficace in caso di malati cronici o anziani e un supporto indispensabile nelle urgenze (telesoccorso); favorire l’aggiornamento scientifico (teledidattica) e il collegamento interattivo tra medici (videoteleconsulto) con condivisione dinamica di informazioni, cartelle cliniche digitali, tracciati diagnostici, immagini biomediche, che si "muovono" in tempo reale e con la massima definizione.
Ne consegue una concreta interrelazione tra le strutture minori o più deboli e quelle maggiori o specialistiche.


Obiettivi della Telemedicina

Oltre ad avere utilità in campo strettamente clinico/didattico, la telemedicina può contribuire all’ottimizzazione della gestione del sistema sanitario, mediante vaste applicazioni di tipo amministrativo.
Attraverso la creazione di una rete telematica di strutture sanitarie è possibile, infatti, ottenere informazioni sulla disponibilità dei posti letto, sull’accesso alle liste di prenotazione, troppo spesso caratterizzate da ritardi esagerati, sulla gestione delle cartelle cliniche, con gli adeguati accorgimenti per la tutela della privacy, dei referti medici etc. Questo si traduce in un sensibile miglioramento sia della qualità dei servizi per il cittadino, che si sente più garantito, sia delle condizioni di lavoro del personale, che accede più facilmente alle informazioni. Non ultimo, nell’ottica di una congrua riorganizzazione del Sistema Sanitario, l’utilizzo delle tecnologie informatiche, snellendo le procedure e migliorando i servizi offerti, contribuisce a garantire anche un contenimento della spesa sanitaria.

>> Migliorare la qualità di vita dei pazienti, consentendo loro di essere curati a domicilio o comunque il più possibile vicino alla loro abitazione.
>> Disponibilità di specialisti indipendentemente dal luogo in cui abiti il paziente, migliorando l'assistenza anche in quelle comunità territorialmente sparse
>> Accrescimento della qualità delle decisioni del medico mettendo a sua disposizione, in modo semplice e veloce, le informazioni esistenti relative al paziente
>> Fornire al paziente un servizio migliore ed anche maggiori informazioni sullo stato della propria salute
>> Incrementare l'efficienza e produttività del servizio sanitario riducendo il lavoro amministrativo superfluo, quale ad esempio la ribattitura di informazioni già presenti in forma elettronica, e distribuendo in modo organico i compiti tra le istituzioni ed il personale sanitario.
>> Curare il rispetto del programma terapeutico e rilevare assiduamente ogni variazione di ordine fisco e clinico che possa richiedere una modifica nella terapia del paziente
>> Indurre nel paziente un atteggiamento positivo ed indipendente.
>> Garantire sicurezza e privacy nello scambio di informazioni mediche di ogni singolo paziente.
>> Garantire una più efficace e tempestiva assistenza diagnostica e terapeutica soprattutto nei casi di urgenza
>> Ridurre i tempi di ricovero dei pazienti e del pendolarismo casa-medico-ospedale
>> Adattamento dell'assistenza sanitaria alle variazioni temporanee di popolazione (es. per turismo o per calamità

Copyright Domotica.ch tutti i diritti riservati. Design e Hosting wallsite.com